Tutela della famiglia e dell’infanzia

DSC01940

La sezione «Tutela della Famiglia e dell’Infanzia» si occupa della responsabilizzazione del minore all’interno della società civile, soprattutto al fine di prevenire condotte criminose ed il disagio minorile.

Il confronto tra il minore autore del reato e la vittima, che in tal modo non riveste più un ruolo marginale, lo determina ad assumersi le proprie responsabilità, offrendo una opportunità concreta per un percorso di reintegrazione che riabilitazione.

L’aumento degli episodi di devianza minorile, baby gang, cyber bullismo ed altro ha determinato l’esigenza di usufruire dell’Istituto della mediazione penale minorile in ottemperanza agli atti di Diritto Internazionale e all’articolo 3, comma 1, lettera o) della Legge 112/2011 istitutiva del Garante Nazionale per l’Infanzia e l’Adolescenza, in cui si intende di favorire lo sviluppo della cultura della mediazione e di ogni istituto atto a prevenire o risolvere con accordi conflitti (e il reato è un conflitto con la società) che coinvolgano persone di minore età.
La sezione si occupa anche di progettazione europea ed internazionale avvalendosi di un nucleo di esperti coordinati dall’Avv. Simona PUTZU.

COORDINATORE:

Avv. Paolo IAFRATE

MEMBRI:

Avv. Eleonora GRIMALDI